Cosa sono

La lamiera d'acciaio, comune o inossidabile, d'alluminio e sue leghe, o di altri metalli non ferrose conosce infinite lavorazioni ed applicazioni.

Questa duttilità ed universalità spiegano il suo utilizzo nei più svariati settori dell'industria, dell'agricoltura, dell'edilizia, dell'arredamento.

Non sempre però la lamiera piena soddisfa le esigenze di produzione, di sicurezza e di design.

Esigenze di trasparenza, leggerezza e filtrazione unite a esigenze di resistenza meccanica hanno portato alla perforazione della lamiera, dapprima con sistemi rudimentali e quindi con tecnologie sempre più avanzate.

Materiali di base

I materiali normalmente perforati sono: l'acciaio, i vari acciai inossidabili, l'alluminio e le sue leghe, l'ottone, il rame, il titanio, l' alucobond, materiali compositi, varie materie plastiche, legno e pannelli, altri...

Gli spessori vanno generalmente da 0,5 mm fino a 15 mm, ma è possibile forare lamiere di alluminio fino a 20 mm.

Caratteristiche di qualità


La qualità di una lamiera forata viene generalmente giudicata da:

  • precisione dei fori e dei passi

  • bava limitata od assente

  • rispetto di tolleranze prescritte

  • planarità della lamiera

  • precisione delle misure

Possibilità di utilizzo

Le lamiere forate sono utilizzate in quasi tutti i settori della metalmeccanica come nella costruzione di macchine e veicoli, nell'industria elettromeccanica, nelle miniere e nelle cave di ghiaia, sabbia e marmo, nell'industria chimica, nella desalinizzazione dell'acqua marina, nella costruzione di pozzi, nei cantieri navali, nel settore energetico, nell'industria alimentare e delle bevande, negli zuccherifici, nei mulini, nell'agricoltura, nell'isolamento acustico, e in tanti altri settori dove vi sia un'esigenza di filtrazione. 

Le lamiere forate possono essere trasparenti e decorative. Applicate a fonti di luce diretta o indiretta vengono usate nell'architettura e nell'industria pubblicitaria per la creazione di effetti speciali e di facciate ventilate.

Le lamiere forate:

filtrano, classificano, setacciano, raspano, lisciano, sono antisdrucciolevoli, isolano dai rumori e diffondono i suoni, sostengono, proteggono e schermano, arieggiano, essiccano e tostano.

I fori più richiesti in scala 1:1 

La possibilità di seconde lavorazioni presso il perforatore o utilizzatore:

Esiste una moltitudine di possibili seconde lavorazioni della lamiera forata: dal taglio alla punzonatura, dalla piegatura alla deformazione, allo stampaggio, alla saldatura, etc.

La Graepel Italiana, a differenza di molti altri perforatori, è specializzata anche in questo campo e possiede un importante parco macchine all'avanguardia per tali lavorazioni:

  • CESOIE a CN per tagli fino a 12 mm di spessore e 4000 mm di lunghezza;

  • PUNZONATRICI a torretta e LASER per la realizzazione a disegno e/o foto, CAD/CAM;

  • PRESSE PIEGATRICI a CN fino a 300 t e 4000 mm di lunghezza;

  • PRESSE ECCENTRICHE ED IDRAULICHE fino a 400 t;

  • ROBOT DI SALDATURA ed innumerevoli PUNTATRICI;

  • CALANDRE, BORDATRICI, PROFILATRICI, etc.

© 2018 by Graepel Italiana S.p.A.

Foro tondo pari

d. 5 p. 12.5 v/p 13%